Indice del forum Alas!

 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Proposte

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Discussione Permanente su "Rivalutazione spazi lanificio Alas"
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Gio Set 24, 2020 7:14 am    Oggetto: Ads

Top
Phlebas
Site Admin


Registrato: 14/10/12 16:07
Messaggi: 42

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 1:44 pm    Oggetto: Proposte Rispondi citando

Elenco brevemente alcune delle proposte che ho raccolto tra diverse persone, le quali condivido pienamente anche di persona:

-(ovvimente) ristrutturazione delle strutture e dei macchinari Alas ( e dei caseifici intorno) e creazione di una mostra artistica-archeoidustriale permanete.

-rivalutazione degli spazi affidando parte dei caseggiati alle associazioni culturali di macomer che non trovano ospitalitÓ da parte del comune (sono tante e spesso sono loro che fanno davvero CULTURA sul territorio)

-(IMPORTANTISSIMO) creazione ed attivazione di laboratori di artigianato tipico locale, specialmente quello agro-alimentare e lanario. PerchŔ nessuna proposta culturale puo esimersi dal problema principale del nostro territorio: la DISOCCUPAZIONE tra i giovani e non.

-istituzione di un mercatino stabile (con la possibilitÓ di affittare uno spazio a prezzi moderati) con particolare attenzione alla produzione locale.

-utilizzare lo spazio in maniera piu continuativa possibile, calendarizzando eventi di tutte le associazioni del territorio le quali si rendano meritevoli per impegno CULTURALE ed ARTISTICO

-attivazione di percorsi tra archeologia preistorica e archeologia industriale ( non Ŕ da dimenticarsi la vicinanza di siti di estrema importanza come le domus di Meriaga e nuraghe Ruju).

Sicuramente dimentico qualcosa, ma spero che in tanti si aggiungano al dibattito, essendo questo un argomento di importanza capitale per il futuro di Macomer e del Marghine!

a presto e Viva Alas!


L'ultima modifica di Phlebas il Mar Ott 23, 2012 7:01 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
SilPil



Registrato: 15/10/12 22:12
Messaggi: 4

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 11:32 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sono perfettamente in accordo con questi punti principali, che, secondo me, costituiscono un'ottima base per portare avanti un discorso che porti l'Alas a ridiventare un centro importante all'interno di Macomer e del Marghine, un centro vivo che sappia fare tesoro delle nostre forze, come singoli e come comunitÓ.

A questo proposito estenderei il discorso di ospitalitÓ nei confronti non solo di associazioni culturali ma di tutte quelle le realtÓ di aggregazione che svolgono nel nostro territorio un importante discorso sociale, culturale (ed artistico), che talvolta si esprimono come associazioni, talvolta sotto altre forme e che purtroppo, in alcuni casi, non vedono riconosciuti gli spazi di cui avrebbero bisogno.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Phlebas
Site Admin


Registrato: 14/10/12 16:07
Messaggi: 42

MessaggioInviato: Mar Ott 16, 2012 2:02 pm    Oggetto: Rispondi citando

Stiamo con tutti quelli che pensano a Macomer come un posto speciale, e lo vogliono liberare dall' ipocrisia che ahimŔ Ŕ galopante!
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Phlebas
Site Admin


Registrato: 14/10/12 16:07
Messaggi: 42

MessaggioInviato: Mar Ott 16, 2012 9:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ho appena aggiunto questo(
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

) sito di fotografi macomeresi, il quale contiene diverse immagini dell'Alas nella sezione Archeologia Industriale.

La documentazione fotografica Ŕ importantissima, anche perchŔ in molti non hanno idea di cosa nasconda al suo interno questo guscio di lamiere e di muri sfondati che noi chiamiamo Alas.

Una delle tante tipologie di spettri che si aggirano ancora tra questi muri Ŕ quella dei macchinari.

Infatti all interno di molte sale si trovano ancora gli enormi e arrugginiti macchinari che un tempo servivano il processo produttivo in diverse maniere: sia creando calore, come i forni e le caldaie, sia mettendo al servizio della produzione la loro titanica forza motrice ( presse ed altri macchinari per la cardatura).

Questi giganti meccanici, provenienti da una ormai remota concezione di produzione, sono dei gioielli post idustriali portatori di un immenso valore culturale ed estetico.
La loro distuzione (cosa che avviene lentamente ogni giorno di incuria) significherebbe la perdita di un opportunitÓ anche di sviluppo economico, visto a conti fatti, il valore che potrebbero dare ad un eventuale museo.

Secondo me sarebbe l'ideale cominciare a produrre una scheda tecnica per ogni macchinario, con tanto di foto dettagliate, per cominciare a raccogliere informazioni sul processo che le caratterizzava.

Potrebbe essere una delle prime iniziative da parte dell associazione, che ne pensate?
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Phlebas
Site Admin


Registrato: 14/10/12 16:07
Messaggi: 42

MessaggioInviato: Mer Nov 28, 2012 4:32 pm    Oggetto: Rispondi citando

DAL SITO DI ESEDRA:

E' nato nel 2012, il Sistema Museale di Macomer (SIMM) al fine di costituire un circuito culturale unitario, affidato nella gestione alla Fondazione di Partecipazione Promotea, con sede a Macomer.

IlSIMM Ŕ costituito dai quattro siti di particolare interesse: la necropoli ipogeica di Filigosa col nuraghe Ruggiu, il sito di Tamuli con le tombe di giganti i Betili e l'omonimo nuraghe, il nuraghe Santa Barbara e il nuraghe Succoronis, e i tre spazi museali giÓ operativi o in fase di ultimazione: Centro culturale e di comunicazione multimediale di Casa Attene, il Museo Le Arti Antiche, e il Museo archeologico del Marghine.

L'obiettivo del sistema Museale Ŕ quello di costituire un circuito culturale unitario, affidato nella gestione alla Fondazione di Partecipazione Promotea, con sede a Macomer.



a nessuno sembra sbagliata (nel senso, non nella forma) la seguente proposizione: "circuito culturale unitario"!?
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Esedra



Registrato: 07/12/12 14:14
Messaggi: 1
Residenza: macomer

MessaggioInviato: Ven Dic 07, 2012 8:32 pm    Oggetto: Rispondi citando

Phlebas ha scritto:
DAL SITO DI ESEDRA:

E' nato nel 2012, il Sistema Museale di Macomer (SIMM) al fine di costituire un circuito culturale unitario, affidato nella gestione alla Fondazione di Partecipazione Promotea, con sede a Macomer.

IlSIMM Ŕ costituito dai quattro siti di particolare interesse: la necropoli ipogeica di Filigosa col nuraghe Ruggiu, il sito di Tamuli con le tombe di giganti i Betili e l'omonimo nuraghe, il nuraghe Santa Barbara e il nuraghe Succoronis, e i tre spazi museali giÓ operativi o in fase di ultimazione: Centro culturale e di comunicazione multimediale di Casa Attene, il Museo Le Arti Antiche, e il Museo archeologico del Marghine.

L'obiettivo del sistema Museale Ŕ quello di costituire un circuito culturale unitario, affidato nella gestione alla Fondazione di Partecipazione Promotea, con sede a Macomer.



a nessuno sembra sbagliata (nel senso, non nella forma) la seguente proposizione: "circuito culturale unitario"!?



per circuito culturale unitario.... si intende: un'unica gestione per il SIMM, dunque N░ siti per fare sistema, piuttosto che tante frammentarie, per gli unici siti che per il momento a Macomer possono essere fruibili o quasi (vedi Museo archeologico)
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Phlebas
Site Admin


Registrato: 14/10/12 16:07
Messaggi: 42

MessaggioInviato: Lun Dic 10, 2012 4:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

Io personalmente (sono Stefano Aresu, per chi non l'avesse capito!) penso che vista la nostra enorme fortuna (e forse non ci rendiamo conto di quanto fortunati siamo a vivere a Macomer e nel Marghine!!) di avere cosi tanti siti di interesse (archeologico, storico, culturale), sarebbe una fortuna ancora piu grande riuscire a dividere le gestioni dei vari siti tra diverse associazioni e cooperative, in modo da dare spazio alla concorrenza ( sia di mercato che intellettuale-leggi pluralismo-) e far funzionare al meglio ( per tutti!) quanti piu siti possibile!
Era questo il senso della mia critica (di cui spero ne accettiate il senso costruttivo)!
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Discussione Permanente su "Rivalutazione spazi lanificio Alas" Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa

Page generation time: 0.047